IL RINNOVABILE PASSA DA CHINA LINK TRADING

L’energia solare è uno dei pochi settori che, anche in questi anni di crisi, sta segnando numeri positivi dal punto di vista degli investimenti e del fatturato. Non stupisce perciò che le attenzioni dei Paesi leader dell’economia mondiale siano puntate su questa tecnologia, cruciale per la generazione energetica del presente ma, soprattutto, del futuro.

L’interesse scaturito da questo enorme business ha dato  origine alla repentina caduta dei prezzi dei pannelli solari che si è verificata nel 2011: il valore di mercato di celle e moduli è crollato a livello globale di oltre il 60% a causa dell’aggressiva politica di prezzi low cost praticata dai produttori asiatici. Tutti gli operatori occidentali hanno pagato la rincorsa al ribasso, tanto che nomi storici del settore come Q-Cells, Solon e l’italiana MX hanno vissuto e stanno tuttora vivendo momenti difficili dal punto di vista finanziario, nonostante il prodotto low cost Asiatico rispecchi le qualita’ e l’affidabilita’ dei grandi nomi.

L’accusa dell’industria europea è che i prezzi cinesi siano inferiori per effetto del dumping, ossia per il sostegno economico assicurato dal Governo di Pechino ai produttori nazionali di pannelli, in violazione delle norme sulla concorrenza stabilite dal Wto. La tesi è stata ovviamente respinta dai dirigenti della Repubblica Popolare ma, quel che è certo, è che la Cina lo scorso anno ha controllato il 43% della produzione mondiale di moduli fotovoltaici, la vicina Taiwan un altro 18%, mentre Europa (8%) e Usa (3%) sembrano ormai avere un ruolo marginale. Anche in Italia, dei circa 6 GW complessivi di impianti fotovoltaici installati nel 2011, meno di un decimo è stato realizzato con pannelli di produzione nazionale, tanto che le linee produttive dell’industria di settore hanno viaggiato a meno del 50% anche in un anno positivo.

CHINA LINK TRADING, importante realta’ Asiatica situata nel sud della Cina e precisamente nella provincia del Ghuandong nella citta’ di Shenzhen, importa in Italia la qualita’ e l’affidabilita’ della tecnologia del pannello solare e fotovoltaico con prodotti certificati in ogni sua parte. La sta avendo un riscontro positivo nel mercato Italiano dato dal Feedback di Importanti realta’ del rinnovabile sul territorio Italiano.

CHINA LINK TRADING assicura il dirigente e’ una realta’ solida, voluta fortemente per dare la garanzia necessaria nel settore del rinnovabile del mercato occidentale dove la qualita della vita e’ un fattore importante. Inoltre la nostra societa’ puo’ garantire il piccolo pezzo di ricambio, come grandi forniture seguendo il cliente fino alla consegna della merce, con referenti che arrivano direttamente dall’Italia e dai Paesi europei per agevolare il cliente con la lingua.

Nonostante l’Italia abbia cercato in qualche modo di limitare l’importazione di prodotti cinesi attraverso l’istituzione di bonus per i possessori di impianti che decidono di impiegare celle e moduli di fabbricazione europea (misura confermata anche nel recente quinto Conto energia),  i risultati non sono stati quelli sperati: il premio è stato spesso riconosciuto anche a pannelli fabbricati in Cina  ma poi assemblati o rimarchiati sul suolo europeo.

By Cristian Ballarin – Direttamente dalla Cina
www.chinalinktrading.com
Tenere il passo con le notizie su: www.facebook.com /ChinaLinkTrading


Veja Também


Deixe seu comentário